InfoErbe

Aloe gel

Aloe vera (L.) Burm. f.

Sat, 19 Apr 2008 12:02:53 +0200

Abstract

Aloe
Aloe vera (L.) Burm. f. (Asphodelaceae/Aloaceae)

Famiglia: Asphodelaceae (Liliaceae s.l.). Alcuni autori la posizionano nelle Aloaceae

Sinonimi: Aloe barbadensis Miller, Aloe perfoliata var. vera L. (basionimo), Aloe vulgaris Lam., Aloe indica Royle, nom. nud.

Nomi popolari.
Aloe delle Barbados, Aloe di Curacao.
Inglese: Barbados aloes, Curaçao aloe, true aloe, West Indian aloe; Aloe gel.
Francese: Aloes; aloès vulgaire.
Tedesco: Aloe; echte Aloe.
Portoghese: babosa, erva-babosa.
Spagnolo: acibar, aloe, sávila


Descrizione: una pianta perenne con fiori tubulosi di colore giallo e foglie succulente, dure, triangolari o lanceolate disposte in configurazione a rosetta. Le foglie sono lunghe fino a 50 cm e larghe alla base fino a 13 cm, rastremate verso la punta. Ci possono essere fino a 30 foglie per pianta. I margini fogliari sono caratterizzati da dentature seghettate. All'interno, la foglia succulenta è piena di un gel che si origina da una polpa centrale, trasparente e mucillaginosa. Una pianta matura può misurare fino a 1.3 m. con una base di più di 1 m.
Tipica delle zone aride, desertiche dell'Africa e delle Canarie, naturalizzata e coltivata in molte altre aree

Parte usata:
Succo e gel (tessuto parenchimatico)

Costituenti: polisaccaridi contenenti mannosio, glucosio e galattosio in differenti proporzioni, in particolare l’acemannano.

Utilizzi.
L'Aloe è una pianta con una lunghissima storia di utilizzo da parte di molte delle tradizioni mediche del pianeta, dagli antichi egiziani ai cinesi, ai greci agli assiri e ai romani.
Nonostante la reputazione dell'Aloe vera come lozione per la pelle si tramandi da tempo immemore, è solo da quando è stata “scoperta” la sua capacità di guarire le bruciature, in particolare quelle da radiazioni, che essa è divenuta popolare in Occidente.

Il gel è utilizzato per il trattamento esterno delle piccole infezioni e delle malattie cutanee infiammatorie; viene utilizzato nelle irritazioni cutanee, comprese le ustioni, le contusioni e le abrasioni. Viene inoltre usato nell'industria cosmetica come idratante nella preparazione di creme, lozioni solari, creme da barba, balsami per labbra e unguenti.
Possiede azione cicatrizzante, accelerando la sintesi del collagene e stimolando la riparazione tissutale. A livello topico il gel è utilizzato per la cura della psoriasi, nelle osteoartriti.

Le attività farmacologiche evidenziate da studi sperimentali e clinici sono le seguenti: antinfiammatoria, antivirale, vulneraria, rigenerante tessutale, antitumorale, emolliente, immunostimolante.

Le indicazioni supportate da dati scientifici sono: diabete non insulino dipendente (studi clinici), ipertrigliceridemia, terapia di supporto in caso di infezione da HIV (acemannano in uno studio clinico), immunodepressione, trattamento topico delle infezioni erpetiche genitali (studio clinico), dermatiti, psoriasi (studio clinico), abrasioni, scottature (studio clinico), ulcere croniche degli arti inferiori (studio clinico), afte (studio clinico).


Sommario tossicologia
Valutazione AHPA: pianta che può essere consumata con sicurezza se usata in maniera appropriata.

Uso esterno: può rallentare la guarigione di ferite da laparotomia o cesareo

Gravidanza
Nessun aumento provato della frequenza di malformazioni o altri effetti negativi sul feto nonostante il consumo da parte di un gran numero di donne. Evidenza di aumento di danno fetale in studi animali, anche se la rilevanza per gli esseri umani non è conosciuta.

Allattamento al seno
Dati non disponibili

Controindicazioni
Esternamente su ferite chirurgiche con cicatrizzazione di secondo intento, causa rallentamento della guarigione.
Non usare in gravidanza senza supervisione professionale.

Cautele
In gravidanza e in caso di tentativo di concepimento

Reazioni avverse
Sono noti pochi casi di dermatite da contatto o di sensazione di bruciore a seguito dell'applicazione topica di Aloe Vera Gel.

Interazioni
Nessuna conosciuta al momento. Data la possibile attività ipoglicemizzante, in pazienti che stiano assumendo farmaci ipoglicemizzanti orali risulta necessario un monitoraggio dei livelli di glucosio ematico.

Sat, 19 Apr 2008 12:02:53 +0200

Glossario

Licenza Creative Commons
Il database InfoErbe
è pubblicato con
Licenza Creative Commons

Marco Valussi
Luciano Posani

Copyright 2000 - 2005 Miro International Pty Ltd. All rights reserved. Mambo is Free Software released under the GNU/GPL License.