InfoErbe

Cimicifuga

Cimicifuga racemosa L.

Thu, 14 Dec 2006 10:55:53 +0100

Habitat

Nativa della costa est degli Stati Uniti e del Canada, è stata introdotta in Europa dal 1732. Preferisce posizioni ombreggiate nel bosco e nella macchia, con suoli umidi e ricchi di humus. Cresce bene in normali terreni da giardino e tollera suoli più secchi.
Le piante resistono a temperature dell'ordine dei -20° C. E' una specie molto ornamentale e viene coltivata come tale in giardini di tutta l'Europa.
I fiori e le foglie emanano un profumo inusuale e alquanto spiacevole, anche se non comparabile con quello emanato dalle specie C. elata Nutt., C. foetida L., e C. europaea Schipcz. E' una pianta molto “affamata” di nutrienti ed inibisce la crescita delle piante vicine, in particolare delle Fabaceae (legumi).
Propagazione
Semi - seminare appena sono maturi in incubatrice fredda. Coprire i semi molto leggermente. Germinano in 1-2 mesi o anche di più a 15° C. I semi non si mantengono bene e perdono in fretta la viabilità; i semi conservati germinano meglio se si inizia con 6-8 settimane di stratificazione calda a 15° C e quindi 8 settimane di stratificazione fredda. Strapiantare le giovani pianticelle in vasi individuali e crescerle al coperto per il loro primo inverno. Piantare all'esterno in primavera o inizio estate.
Rizoma - dividere i rizomi in primavera od autunno. Porzioni grandi possono essere piantati nella loro posizione definitiva all'aperto, ma è meglio piantare pezzi piccoli in vaso e coltivarli in serra fino a che non hanno prodotto un apparato radicale. Piantare all'aperto in estate o nella primavera seguente.

Thu, 14 Dec 2006 10:55:53 +0100

Glossario

Licenza Creative Commons
Il database InfoErbe
è pubblicato con
Licenza Creative Commons

Marco Valussi
Luciano Posani

Copyright 2000 - 2005 Miro International Pty Ltd. All rights reserved. Mambo is Free Software released under the GNU/GPL License.