InfoErbe

Eufrasia

Euphrasia officinalis L. p.p.

Tue, 10 May 2005 09:40:36 +0200

Etnobotanica

  • Pianta abbondantemente citata già nel Medioevo da Santa Ildegarda di Bingen.
    Ellingwood la considerava uno specifico per “disturbi irritativi e catarrali; prima di tutto del primo tratto respiratorio e quindi delle mucose della gola e dei bronchi. E' di più immediato beneficio se il muco è fluido ed acquoso (…). E' uno specifico per le condizioni acute delle mucose nasali [con] … perdite fluide, mal d'orecchi, o mal di testa, e specialmente se il dolore è tra gli occhi, in condizioni catarrali acute”. Altre patologie considerate da Ellingwood sono: tosse, ipo- o afonia, catarro a seguito delle malattie esantematiche, congiuntivite catarrale, catarro nasale cronico, influenza e blefarite.
    In tempi più moderni Priest e Priest scrivono che l'Euphrasia è “un medio astringente stimolante. Vasocostrittore per la vascolatura delle membrane nasali e congiuntivali. Specifico per le condizioni congestive degli occhi con lacrimazione abbondante”. Condizioni specifiche: blefarite catarrale, rinite, sinusite e congiuntivite. Rinite allergica, starnuti e lacrimazione irritativi.

  • Tue, 10 May 2005 09:39:49 +0200

Glossario

Licenza Creative Commons
Il database InfoErbe
è pubblicato con
Licenza Creative Commons

Marco Valussi
Luciano Posani

Copyright 2000 - 2005 Miro International Pty Ltd. All rights reserved. Mambo is Free Software released under the GNU/GPL License.