InfoErbe

Pungitopo

Ruscus aculeatus L.

Thu, 14 Apr 2005 10:15:28 +0200

Farmacologia

  • Introduzione

    I composti più interessanti nella pianta sono le ruscogenine. Questi composti esercitano una vasta gamma di azioni farmacologiche, tra le quali spiccano quelle antiinfiammatorie e flebotoniche.
    La maggior parte degli studi sul Ruscus hanno utilizzato estratti standardizzati sul contenuto in ruscogenine in combinazione con vitamina C e flavonoidi.

  • Thu, 14 Apr 2005 10:10:18 +0200
  • Vasotonica (venotonica)

    In uno studio in doppio cieco contro placebo su 40 pazienti affetti da insufficienza venosa cronica degli arti inferiori, la terapia con Ruscus ha portato ad un miglioramento dell’edema, del prurito, della parestesia, della sensazione di pesantezza e dei crampi; nessun effetto collaterale è stato riportato.

    L’estratto di Ruscus applicato a livello topico ha inibito in maniera dose-dipendente l’effetto dell’istamina sui vasi (aumento della permeabilità macromolecolare). E’ interessante notare come questa attività sia stata osservata anche dopo una applicazione locale di estratto sulla vena femorale, con riduzione media del diametro della vena di 1.265 mm.

    Il meccanismo d’azione sembra essere quello del miglioramento del tono vascolare e dell’azione antiinfiammatoria/antiessudativa delle ruscogenine. L’effetto protettivo e l’effetto vasocostrittivo sono modulati dal calcio e dagli adrenocettori alfa-1.

  • Tue, 17 May 2005 09:48:47 +0200

Glossario

Licenza Creative Commons
Il database InfoErbe
è pubblicato con
Licenza Creative Commons

Marco Valussi
Luciano Posani

Copyright 2000 - 2005 Miro International Pty Ltd. All rights reserved. Mambo is Free Software released under the GNU/GPL License.