InfoErbe

Vischio comune

Viscum album L.

Mon, 20 Nov 2006 10:46:46 +0100

Farmacologia

  • Introduzione

    I polisaccaridi del Vischio stimolano la risposta immunitaria in modelli animali ed una preparazione commerciale di Viscum ha aumentato la produzione di anticorpi in ratti. L’attività antineoplastica è ben conosciuta ed è legata all’attività delle viscotossine (in particolare ML-1). Esse si legano al DNA mentre la viscumina inibisce la sintesi proteica. Gli alcaloidi (nella var. coreana) hanno attività antileucemica.

  • Wed, 20 Sep 2006 11:50:19 +0200
  • Attività antitumorale

    ML-1 in vitro
    A basse concentrazioni è efficace nello stimolare segnali intracellulari, nell'aumentare la fosforilazione proteica, nell'aumentare le secrezioni di IL-1, -6 e TNF-a. Inoltre abbassa la carica negativa netta dei macrofagi, azione della quale non si conoscono gli effetti per il sistema immunitario.

    ML-1 in vivo endovena su modelli animali
    Aumenta il peso del timo, il numero di leucociti PMN, il numero di cellule NK e la loro citotossicità, e la temperatura basale.
    Reports non confermati riferiscono di una stimolazione della citotossicità dovuta alla frazione oligosaccaridica.
    ML-1 in vivo endovena su modelli tumorali

    Effetti antimetastatici/antitumorali su linfosarcoma, fibrosarcoma e melanoma. Il numero di metastasi è diminuito, la crescita tumorale ha rallentato e la sopravvivenza totale è aumentata.

    ML-1 in vivo endovena pazienti con tumore alla mammella
    Sono stati riscontrati i seguenti effetti: innalzamento livelli di linfociti Th, di CD25+, di cellule NK e della concentrazione di TNF-a e IL-6.

    L'effetto antitumorale riscontrato in questi test da parte della ML-1 probabilmente non è dovuto alla tossicità della lectina stessa, dato che i dosaggi utilizzati erano troppo bassi per giustificare una simile azione diretta.

    Iscador endovena: attività antitumorale e immunostimolante
    Aumenta il numero e l'attività dei neutrofili, la citotossicità anticorpo-mediata delle cellule, il numero e la risposta dei linfociti. Nelle prime settimane dopo l'iniezione si riscontra una linfopenia transitoria e una linfocitosi locale nell'area dell'iniezione: probabile shift compartimentale delle cellule immunocompetenti dal sangue ai tessuti.
    L 'attività delle cellule NK viene aumentata dalla ML-1 ma è potenziata dai polisaccaridi.
    In uno studio ha provocato l'innalzamento del rapporto CD4/CD8 in pazienti oncologici, ma in un altro non ha causato alcuna variazione del valore totale di CD4 o del rapporto CD4/CD8 in pazienti HIV+ o oncologici. Nello stesso studio ha provocato un abbassamento degli stessi valori in soggetti sani.
    In uno studio comparato tra soggetti sani, pazienti oncologici e HIV+ ha provocato una crescita nei livelli di IL-2.

    Localmente
    Iscador applicato localmente in caso di essudato di pleuriti carcinomatose aumenta il rapporto CD4/CD8 e la citotossicità e diminuisce il versamento.

    Viscum estratto per os
    Aumenta il numero di eosinofili e aumenta i livelli di b-endorfine e IL in pazienti con carcinoma mammario.

    Iscador endovena: riparazione DNA
    In pazienti con carcinoma mammario ha aumentato la capacità riparativa del DNA dopo il danno da UV, probabilmente inducendo enzimi di riparazione del danno o diminuendo la suscettibilità al danno stesso.
    Iscador ha comunque mostrato attività citotossica ed antimicotica in vitro.

  • Wed, 20 Sep 2006 11:51:38 +0200
  • Attività antivirale

    Iscador endovena:
    Ha dimostrato, in vitro, una inibizione quasi completa della replicazione di HIV e della formazione di sincizi. In pazienti HIV+ ha causato una diminuzione della Ag p24 e della carica virale.
    In uno studio con 22 pazienti con CIN basso e alto grado di HPV+ trattati con Iscador per 4 mesi si sono viste 9 risposte complete e 6 parziali (68.19% del totale) e nessuna recidiva neoplastica dopo un FU medio di 25.3 mesi.

  • Wed, 20 Sep 2006 11:52:09 +0200
  • Effetti cardiovascolari

    Il Viscum esercita una azione ipotensiva, probabilmente attraverso una azione centrale (SNC). In questo senso gli estratti acquosi sono più efficaci, ed in particolare in uno studio comparato il preparato acquoso più attivo è stato il Viscum di Salix.
    L’attività cardiotonica sembra dovuta ai lignani, che possiedono una attività inibitoria della cAMP fosfodiesterase.
    Gli estratti alcolici non contengono le proteine e sono probabilmente meno tossici ma anche meno attivi.

  • Wed, 20 Sep 2006 11:52:26 +0200

Glossario

Licenza Creative Commons
Il database InfoErbe
è pubblicato con
Licenza Creative Commons

Marco Valussi
Luciano Posani

Copyright 2000 - 2005 Miro International Pty Ltd. All rights reserved. Mambo is Free Software released under the GNU/GPL License.