InfoErbe

Calendula

Calendula officinalis L.

Sat, 19 Apr 2008 12:09:53 +0200

Farmacologia

  • Farmacodinamica

    La Calendula ha dimostrato di possedere - in vitro - proprietà antisettica, antimicotica (specialmente la resina), antibatterica ed antivirale.
    Le varie preparazioni hanno proprietà antiinfiammatorie in animali, sia per modelli infiammatori acuti che subacuti.
    Ha dimostrato di guarire o ridurre le ulcere gastriche e duodenali in ratti.
    Esercita una azione immunomodulante, stimolando la fagocitosi in vitro, in vivo su animali sia internamente che esternamente e sull’E. coli nei topi.
    Ha una azione vulneraria, stimolando la granulazione dei tessuti con aumento del metabolismo del collagene e delle nucleoproteine a livello topico in esseri umani e in animali. La resina è almeno in parte responsabile dell’azione astringente e vulneraria.
    Un glicoside triterpenico, calenduloside B, esercita una azione fortemente anti-ulcera e sedativa senza effetti cardiovascolari negativi.
    In vitro e su modelli animali mostra attività antitumorale, antiiperlipidemica.
    Ha una attività coleretica nei topi.

  • Thu, 14 Apr 2005 10:27:06 +0200

Glossario

Licenza Creative Commons
Il database InfoErbe
è pubblicato con
Licenza Creative Commons

Marco Valussi
Luciano Posani

Copyright 2000 - 2005 Miro International Pty Ltd. All rights reserved. Mambo is Free Software released under the GNU/GPL License.