InfoErbe

Arancio amaro

Citrus aurantium L. var. amara L.

Fri, 21 Mar 2008 18:12:19 +0100

Abstract

Arancio amaro

Citrus aurantium L. var. amara L.

Famiglia: Rutaceae.

Il Citrus aurantium è un albero sempreverde glabro con lunghe spine non molto appuntite e fiori molto fragranti; le membrane e la polpa dei frutti sono molto amari e acidi; alto fino a circa 10 m; originario della Cina meridionale e dell'India nord-orientale; coltivato in Cina, Europa meridionale e Stati Uniti. La droga è costituita dall'epicarpo del frutto comunemente detto scorza o buccia, dai fiori raccolti freschi, dalle foglie e dai ramoscelli e dagli olii essenziali da essi ricavati.

Uso terapeutico
L'Arancio amaro presenta numerose attività, tra cui quella antinfiammatoria, antibatterica ed antifungina, coleretica, antipercolesterolemica. Nella medicina tradizionale, la buccia essiccata dell'Arancio amaro è utilizzata come tonico e carminativo nel trattamento della dispepsia, come correttivo del sapore e dell'odore.
I fiori di Arancio amaro e l'olio che se ne estrae, sono utilizzati per via orale nei disturbi gastrointestinali, nelle ulcere duodenali, nella stipsi, come depurativi del sangue, come epatoprotettore, nelle affezioni respiratorie e come blando sedativo nei disturbi del sonno. Per uso esterno, sono utilizzati nel trattamento delle flogosi palpebrali, della cornea e della congiuntiva; inoltre contro l'emicrania, le mialgie, i reumatismi, le contusioni
Sono utilizzati anche negli alimenti come aromatizzante e nel settore chimico-farmaceutico come eccipiente.
In aromaterapia l'olio essenziale di Arancio amaro è utilizzato per uso topico, per inalazione e come analgesico.

Controindicazioni
Non sono note dalla letteratura controindicazioni all'uso dell'epicarpo di Arancio amaro, ad eccezione, ovviamente, delle ipersensibilità accertate o presunte.

Interazione con altri farmaci
Non sono noti dalla letteratura interazioni dell'Arancio amaro o altri composti somministrati contemporaneamente. Secondo alcuni Autori, l'epicarpo di Arancio amaro potrebbe interferire con farmaci che agiscono sulla secrezione gastrica o hanno attività gastroprotettiva, come il sucralfato, gli inibitori della pompa protonica, ma non esistono specifiche segnalazioni in tal senso.

Fri, 21 Mar 2008 18:12:19 +0100

Glossario

Licenza Creative Commons
Il database InfoErbe
è pubblicato con
Licenza Creative Commons

Marco Valussi
Luciano Posani

Copyright 2000 - 2005 Miro International Pty Ltd. All rights reserved. Mambo is Free Software released under the GNU/GPL License.